Emozioni d’estate –

31 agosto 2009, ultimo giorno del mese, primo di lavoro per tanti di rientro dalle ferie –

Anche per me che con malinconia ripercorro questi giorni passati veloci come il vento, e un ricordo struggente su tutti: la visita al “paese del terremoto”, una breve “intrusione” guidata da don Marcello nella realtà di Lucoli a quattro mesi dal disastro.

E’ il cuore che ricorda, e il mio ricorda i sorrisi che splendono tra le tende blu, le mani che si stringono con la forza della fede, l’imbarazzo per il senso di inadeguatezza che si scioglie negli abbracci e nell’amicizia di quei ragazzi di don Nicola. La messa concelebrata nella chiesa-tenda, la “folle” preghiera, scandita dal battito delle mani, prima del pasto nel tendone della mensa e, infine, la preghiera collettiva dove ognuno dei presenti donava un po’ del suo amore…

Certo, abbiamo visto tutto quello che già ci viene presentato dai media: crolli e ricostruzioni ovunque, disagi e precarietà quotidiani, ma ci è stato presentato così dolcemente da averne avuto il privilegio di guardare con gli occhi dell’anima…

e il cuore continua a ricordare…

s.b.

Scrivi un commento

La tua e-mail non sarà mai pubblicata o ceduta ad altri. I campi obbligatori sono contrassegnati con un *

*
*